DESIGNED BY MIXWEBTEMPLATES

Le Nostre case

Le Nostre Ville

Servizio Transfers

Escursioni Guidate

Tours in Minibus

Gita in Barca

Mazara del Vallo

  • mazara 1.jpg
  • mazara 2.jpg
  • mazara 3.jpg
  • mazara 4.jpg
  • mazara_porto.jpg
  • Satiro.jpg

Affacciata sul Mar Mediterraneo, alla foce del fiume Màzaro, Mazara del Vallo dista meno di 200 km dalle coste tunisine del Nord Africa. Il vecchio centro storico, un tempo racchiuso dentro le mura normanne, include numerose chiese monumentali, alcune risalenti al'XI secolo.

Presenta i tratti tipici dei quartieri a impianto urbanistico islamico tipico delle medine, chiamato Casbah, perciò anche il Servizio Transfer risulta comodo per poi, senza impedimenti, girare a piedi tra le viuzze strette della città antica. Mazara del Vallo vanta la flotta di imbarcazioni da pesca tra le più vaste d'Italia, proprio per merito di un peschereccio iniziò la straordinaria storia della statua più famosa della città.

Il Satiro danzante è una statua bronzea, prodotto originale dell'arte greca di epoca classica o ellenistica. La scultura rappresenta un satiro, essere mitologico facente parte del corteo orgiastico del dio greco Dioniso. L'opera, di dimensioni superiori al vero, pari ad un modello in posizione stante di circa 2.5 metri di altezza, è attualmente ospitata presso l'omonimo museo di Mazara del Vallo, nella Sicilia occidentale.

La storia del ritrovamento della statua del satiro danzante inizia nel 1997, quando il peschereccio "Capitan Ciccio", appartenente alla flotta marinara di Mazara del Vallo e comandato dal capitano Francesco Adragna, forse casualmente, ripesca dai fondali del Canale di Sicilia una gamba di una scultura bronzea. Nella notte fra il 4 e il 5 marzo 1998 lo stesso peschereccio riporta a galla, da 500 metri sotto il livello del mare in cui era adagiata, gran parte del resto della scultura, purtroppo priva delle braccia. Il reperto viene consegnato al Museo Civico cittadino.

Nel settembre 1998 l'Istituto Centrale per il Restauro di Roma prende in consegna i due frammenti della statua, per effettuarvi opportuni interventi di restauro.